Non disponibile

10) Wiliam Beckford: Vathek

Details:

152 pagine
Senza illustrazioni
cm 22,5 x 12

Tiratura 3000
Carta velina di Fabriano
Legatura in brossura fresata
Il volume è stato impresso a Milano dallo stampatore Franco Levi

Dettagli

La terra si apre; con terrore e speranza, Vathek, scende fino in fondo al mondo. Una silenziosa e pallida moltitudine di persone che non si guardano erra per le superbe gallerie del palazzo infinito. L'Alcázar del Fuoco Sotterraneo abbonda in splendori e talismani, ma è anche l'Inferno. Saintsbury e Andrew Land dichiarano o suggeriscono che l'Alcázar del Fuoco Sotterraneo è la maggior gloria di Beckford. Io affermo che si tratta del primo Inferno realmente atroce della letteratura. L'Inferno dantesco magnifica la nozione di carcere; quello di Beckford, i cunicoli di un incubo. Beckford incarnò un tipo di playboy milionario, gran signore, viaggiatore, bibliofilo, libertino e costruttore di palazzi. Innalzò un'azzardata magione a Fonthill, della quale, forse fortunatamente per il buon gusto, non rimane pietra su pietra (dall’introduzione di Jorge Luis Borges).

Ulteriori informazioni

Autori William Beckford
Anno 1978
Lingua italiano