Non disponibile

15) Robert L. Stevenson: L'isola delle voci

Details:

164 pagine
Senza illustrazioni
cm 22,5 x 12

Tiratura 3000 copie
Carta velina di Fabriano
Legatura in brossura fresata
Il volume è stato impresso a Milano dallo stampatore Franco Levi

Dettagli

La fantastica Londra che ci incanta nei racconti di Chesterton era già stata scoperta da Stevenson nelle sue New Arabian Nights (1878), che include la stupenda avventura del Club dei Suicidi. La critica ha consacrato come suoi capolavori The Master of Ballantrae (1889), il cui argomento è l'odio tra fratelli, e Weir of Hermiston, che narra l'insanabile discordia tra un padre e un figlio, e che la morte lasciò incompiuto. Non voglio dimenticare The Ebb Tide (1894), scritto in collaborazione con Lloyd Osbourne. Due dei racconti di questo volume hanno per scenario i mari del sud. Markheim si svolge in una città indeterminata; Thrawn Janet in Scozia. Li ho scelti perché sono quelli che perdurano nella mia vecchia memoria. Fin dall'infanzia, Robert Louis Stevenson è stato per me una delle forme della felicità (dall’introduzione di Jorge Luis Borges).

Ulteriori informazioni

Autori Robert Louis Stevenson
Anno 1979
Lingua italiano