Out of stock

23) Villiers de l'Isle-Adam: Il convitato delle ultime feste

Details:

136 pagine
Senza illustrazioni
cm 22,5 x 12
Tiratura 3000
Carta velina di Fabriano
Legatura in brossura fresata
Il volume è stato impresso a Milano dallo stampatore Franco Levi

Details

Romantico alla maniera retorica dei francesi, Villiers dichiarò che il genere umano si divideva in romantici e imbecilli. A Parigi, voleva giocare col concetto di crudeltà, come Baudelaire giocava col male e col peccato. Ora, sfortunatamente, noi uomini ci conosciamo troppo per poter giocare con essi. Contes cruels è ora un titolo ingenuo; non lo fu quando Villiers, tra il magniloquente e il commosso, lo propose ai cenacoli di Parigi. Questo quasi indigente gran signore, che si sentiva il triste protagonista di immaginari duelli e di immaginarie finzioni, ha imposto la propria immagine nella storia della letteratura francese (dall’introduzione di Jorge Luis Borges).

Additional Information

Authors -
Year 1980
Language italian