Non disponibile

6) Il nipote di Rameau, di Denis Diderot

Details:

232 pagine
senza illustrazioni
cm 23 x 12

tiratura 3000 copie
carta avoriata di Fabriano
brossura in carta Ingres azzurra con alette

Dettagli

Capolavoro narrativo di Denis Diderot, Il nipote di Rameau o La satira seconda è un dialogo satirico nel quale vengono discusse questioni di etica ed estetica. L'autore vi lavorò tra il 1762 e il 1773, ma l'opera fu pubblicata soltanto postuma. La conversazione immaginata e riportata da Diderot si svolge per mezz'ora, dalle cinque alle cinque e mezzo, nei giardini del Palais Royal (unità di tempo, di luogo, di azione). Rameau intrattiene il filosofo raccontando episodi della propria vita; gli confessa senza pudore la propria immoralità, e dà prova del suo straordinario talento di pantomimo e di una sensibilità musicale fuori dal comune. Parente del celebre Jean-Philippe Rameau, il Nipote è un musicista fallito, un adulatore di professione, un miserabile di talento; uno scroccone che sopravvive facendo il buffone di corte nei salotti della borghesia parigina. Jean-François Rameau è in fondo la cattiva coscienza della società parigina di metà Settecento; è colui che ha il coraggio o la spudoratezza di confessare ciò che tutti pensano, e di fare per mestiere, come satirico e pantomimo, ciò che tutti fanno nella loro vita: l'adulatore.

Ulteriori informazioni

Autori Denis Diderot
Anno 1973
Lingua italiano